rotate-mobile
Cronaca Falconara Marittima

I vigili lo fermano per un controllo, lui li maledice: «Malattie incurabili ai vostri figli»

Parole di malaugurio e aggressività hanno fatto finire a processo un automobilista. È stato condannato per resistenza a pubblico ufficiale

FALCONARA - Era al volante della sua auto e la polizia locale lo stava tenendo d’occhio da un po’ perché non rispettava i segnali stradali. Nessuno stop, nessuna precedenza. Un pericolo per la circolazione. Paletta in mano lo hanno fermato ad un posto di blocco ma il conducente si è mostrato poco collaborativo. Ha insultato gli agenti augurandogli i peggio mali. «Nella vita succedono tante cose, malattie gravi e incurabili, ai vostri figli, ai vostri amici, ai parenti. Me la pagherete, riconosco le vostre facce». Un malaugurio seguito da minacce rivolte ad uno dei vigili: «Ti giuro che non mi dimenticherò di te».

Protagonista un marocchino di 44 anni che è finito a processo davanti alla giudice Tiziana Fancello. Ieri è stato condannato a sette mesi. Era difeso dall'avvocato Marco Flavio Torelli. L'uomo è stato fermato da una pattuglia della polizia locale di Falconara il 13 giugno del 2020. Quando gli agenti gli hanno chiesto i documenti lui si sarebbe avvicinato con fare aggressivo tanto che hanno dovuto interrompere le pratiche per chiamare i rinforzi. Nemmeno con l'arrivo di altri agenti si è calmato e avrebbe continuato a provare il personale in servizio senza motivo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I vigili lo fermano per un controllo, lui li maledice: «Malattie incurabili ai vostri figli»

AnconaToday è in caricamento