rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca Frazione Candia

«Lupo sotto il porticato, ha portato via il mio cane. Ho paura a uscire di casa»

Il racconto di una donna. «Se fosse stato un altro cane il mio Rocco sarebbe rimasto sul posto, magari agonizzante. Abbiamo paura a uscire»

CANDIA - «Erano le 6,20 circa di venerdì scorso, mi trovavo in casa e mi preparavo per uscire quando ho sentito il mio cane lottare. Sono uscita, ho girato l’angolo e a 50 metri da me c’era un lupo che se ne stava andando. Del mio Rocco nessuna traccia». A parlare è Daniela Giuliodoro, che non ha dubbi: «Se stava lottando contro un altro cane sarebbe rimasto lì, magari agonizzante, ma sul posto. E’ stato attaccato da quel lupo, possiamo raccontarci quello che vogliamo- continua la donna- siamo in campagna, mio padre vive qui da 56 anni, mia madre è nata qui e abitiamo in questo posto da sempre. Abbiamo visto volpi, qualche topino o qualche biscia ma lupi mai e ora abbiamo paura anche a uscire la sera». 

Rocco era un meticcio di 14 chili: «Uno di famiglia» dice la donna. «Ho ancora la sua cuccia lì sperando che torni, ma tutti mi dicono di non farmi illusioni perché sono passati diversi giorni ormai. Siamo disperati, ma una volta capito quello che è successo abbiamo paura anche per quello che potrebbe succedere- continua Daniela Giuliodoro- qui vicino vive un bambino, ogni tanto viene il nipote di mia sorella e in zona sappiamo di lupi arrivati vicino alle mura delle case in pieno giorno». A prendere un altro cagnolino, Daniela e la sua famiglia per ora non ci pensano: «Non potremmo certo tenerlo ancora là fuori». 

Il precedente: «Ha sbranato il mio cagnolino davanti ai miei occhi»

«Abbiamo chiamato i carabinieri forestali, sono stati gentilissimi e sono rimasti interdetti anche loro perché è accaduto tutto sotto a un porticato. Purtroppo hanno le mani legate, ci sono delle leggi che tutelano i lupi-continua la donna- e se si muovono in branco? Diversi cacciatori li hanno incontrati e hanno visto anche delle cucciolate. E’ vero- continua la donna- viviamo in campagna, ma siamo a Candia e quindi a pochi chilometri dalla città. Comunque non certo sui Sibillini o sul Monte Bianco. Vanno presi provvedimenti». Sul tema è tornata anche Federcaccia Ancona. «Questi episodi non sono più sporadici e vanno portati all’attenzione pubblica- commenta il presidente Andrea Spinelli- il timore è che prima o poi possa essere aggredito qualcuno». 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Lupo sotto il porticato, ha portato via il mio cane. Ho paura a uscire di casa»

AnconaToday è in caricamento