Cronaca

Da dipendente Sip a imprenditore di successo: l’industria piange Luciano Ghergo

Da dipendente della Sip a manager di successo. Il cordoglio del presidente di Confindustria Marche

Luciano Ghergo

OSIMO - E’ morto in giardino, dopo essere tornato a casa da lavoro. Luciano Ghergo, imprenditore titolare della Gi&F e la Antonio Merloni cyndlers-Ghergo group, è scomparso ieri pomeriggio all’età di 71 anni. A stroncare l’imprenditore è stato un malore. Il presidente di Confindustria Marche, Claudio Schiavoni, ricorda l’imprenditore e amico: «Un uomo dalla grande energia e animato da una costante progettualità, profondamente legato al territorio e dotato di una sempre positiva visione del futuro. Mi unisco al dolore della famiglia e lo ricordo con profonda stima».

Ghergo aveva iniziato l’attività come dipendente della Sip, per poi iniziare il percorso imprenditoriale che lo ha portato ad acquisire gli stabilimenti Merloni di Sassoferrato, Matelica e Gaifana. Impresa e cultura: Ghergo ha ricoperto anche il ruolo di presidente dell’Accademia di arte lirica ed è stato membro dei Lions. Per anni ha collaborato alla realizzazione della festa parrocchiale di Padiglione di Osimo. I Funerali proprio a Padiglione, nella giornata di domani. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da dipendente Sip a imprenditore di successo: l’industria piange Luciano Ghergo

AnconaToday è in caricamento