menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disagi al punto vaccini, sindacato dei pensionati: «A rischio la vita degli anziani»

Spi Cgil Ancona commenta gli episodi di questa mattina che si sono verificati ad Ancona e Fabriano. L'accusa: «Disorganizzazione e mancanza di comunicazione: la Regione provveda quanto prima a riprogrammare rapidamente le vaccinazioni»

«Disorganizzazione e mancanza di comunicazione: la Regione provveda quanto prima a riprogrammare rapidamente le vaccinazioni sul territorio con maggior rispetto per gli anziani e i soggetti più deboli». Questa l’accusa lanciata da Domenico Sarti, segretario generale del sindacato dei pensionati Spi Cgil Ancona, commentando i fatti accaduti oggi ad Ancona e a Fabriano presso i centri vaccinali del Crass e dell’impianto sportivo Paolinelli di Ancona e nella palestra di via Aldo Moro a Fabriano. 

L'allarme di Antonio Mastrovincenzo del Pd: «Grave disservizio»

«E’ intollerabile – aggiunge Sarti – aver fatto uscire di casa gli over 80 ponendoli a rischio contagi senza preoccuparsi di avvertirli  in tempo della vaccinazione sospesa».  Questi eventi lasciano intendere «qual è l’attenzione della Regione verso gli anziani. L’auspicio è che quanto accaduto oggi sia solo episodico e, comunque, è necessario incrementare i punti di vaccinazione nella provincia per evitare spostamenti eccessivi ma anche intensificare l’attività stessa dell’inoculazione, compresa quella domiciliare». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Ancona millenaria va in tv: la storia della "dorica" in prima serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento