Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Loreto: derubati nel sonno, forse narcotizzati

I coniugi Gentili, di 80 e 72 anni, storica famiglia di ambulanti lauretani, si sono svegliati martedì mattina alle 5 e 45 e hanno trovato l'appartamento a soqquadro. È il secondo furto in un anno

Loreto, via Rampolla

I coniugi Gentili, di 80 e 72 anni, storica famiglia di ambulanti lauretani, si sono svegliati nella loro casa di via Rampolla martedì mattina alle 5 e 45, con un senso di stordimento e la netta percezione che qualcosa non andasse per il verso giusto.
La porta della stanza accanto alla loro – di solito sempre chiusa – era spalancata. È bastato arrivare in cucina per comprendere dal panorama di devastazione che l'intimità della casa era stata violata, per ospitare lo scenario del classico furto in appartamento: tutte le suppellettili erano state rivoltate, ogni sportello aperto, ogni scatola rovesciata – pure quella dei biscotti – alla ricerca di ipotetici nascondigli per il denaro contante. Borse e portafogli erano spariti, e anche in camera da letto i cofanetti portagioie erano stati ripuliti. A prezzo di tanta devastazione, i ladri si sono portati via solo un migliaio di euro, tra gioielli e denaro.


Per i Gentili questo è il secondo furto in un anno, ma questa volta – anche se con il senno di poi – la paura è stata più grande, perché i criminali sono arrivati fino in camera da letto. Tutto si è consumato fra le 4 (ora in cui il signor Gentili si è alzato per andare in bagno) e le 5 e 45, l'ora del risveglio. A causa della sensazione di disorientamento provata, i coniugi temono di essere stati narcotizzati, fatto però che gli inquirenti tendono a escludere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Loreto: derubati nel sonno, forse narcotizzati

AnconaToday è in caricamento