Cronaca Brecce Bianche / Via Maestri del Lavoro

Una parola di troppo all'amica e scatta la lite in strada: urla e spintoni poi si dileguano

Gli agenti della questura dorica sono intervenuti per riportare la calma. Protagonisti della vicenda un 60enne italiano, una donna e l'ex marito di lei con il figlio

ANCONA - Scoppia la lite in strada tra due persone. Intervengono i poliziotti a riportare la calma. E' successo venerdì sera verso le 20,30 in via Maestri del Lavoro. Proprio qui erano arrivate alcune segnalazioni al 112 ma quando gli agenti sono arrivati non hanno trovato nessuno. Così hanno approfondito i controlli e in una zona poco distante, vicino ad un distributore di benzina, hanno incontrato un 60enne italiano che ha raccontato quanto accaduto poco prima.

Stando alla sua versione dei fatti, l’uomo si sarebbe fermato a parlare con la cinquantenne di origine tunisina quando sono arrivati l’ex marito e il figlio maggiorenne della coppia. Con il ragazzo sarebbe nata la discussione con tanto di spintoni. Per assicurarsi che la donna stesse bene i poliziotti sono andati a casa sua ascoltando cos'aveva da dire. È emerso che la lite tra il figlio e l’amico sarebbe nata per futili motivi e che l’ex coniuge, gravato da divieto di avvicinamento per maltrattamenti in famiglia, ma autorizzato ad avvicinarsi all’abitazione della donna solo per riaccompagnare i loro figli a scuola, non si era immischiato nella discussione. A quel punto la polizia non ha potuto far altro che informare tutte le parti coinvolte in questa vicenda delle loro facoltà di legge mentre la donna è stata invitata a segnalare qualsiasi difficoltà o pericolo. Monito che la polizia non manca di ripetere e ricordare costantemente. Negli ultimi sei mesi già sedici sono stati i provvedimenti di ammonimento emessi dal Questore di Ancona Cesare Capocasa, su istruttoria della Divisione Anticrimine, per andare a colpire comportamenti persecutori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una parola di troppo all'amica e scatta la lite in strada: urla e spintoni poi si dileguano
AnconaToday è in caricamento