Cronaca Stazione

Convivenza difficile, scoppia una furiosa lite tra coinquilini

Nell'appartamento è intervenuta la polizia

ANCONA- Lite tra coinquilini in un’abitazione nei pressi della stazione, interviene la polizia. È successo ieri sera, intorno alle 23:40. Gli agenti, giunti sul posto a seguito di una segnalazione, hanno trovato in strada una donna rumena di 68 anni molto alterata, probabilmente a causa del litigio avvenuto poco prima con il suo coinquilino. I poliziotti, dopo averla fatta calmare, sono entrati nell’appartamento dove si trovava il compagno della donna, un sessantenne di origini rumene. L’uomo ha raccontato agli agenti della lite avuta con il loro coinquilino, un rumeno di 40 anni, titolare e conduttore della locazione dell'appartamento. Quest’ultimo, che ospita la coppia in una stanza, all’arrivo della polizia era chiuso a chiave nella sua camera. Ha riferito agli operatori che i tre avevano cenato insieme ad altri conoscenti, ma, al termine della serata, dopo che gli ospiti avevano lasciato l’abitazione, era scoppiata una lite fra la coppia e il quarantenne per futili motivi legati alla convivenza forzata. I toni, esclusivamente verbali tra i tre, si sono spenti quando il 40enne si è chiuso in camera minacciando gli altri due di chiamare la Polizia se non lo avessero lasciato dormire in pace. Pertanto gli agenti, dopo aver placato gli animi, hanno invitato tutte e tre i soggetti ad assumere un comportamento più consono ed adeguato alla convivenza tra coinquilini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Convivenza difficile, scoppia una furiosa lite tra coinquilini
AnconaToday è in caricamento