Cronaca

Scambia il rimborso per un bollettino da pagare: paura in un ufficio

Un uomo si è presentato urlando e dando pugni sulla vetrata di uno studio di amministratori di condominio. Si trattava di un equivoco

l'intervento della polizia

Si era visto recapitare una lettera con importo e subito aveva pensato all'ennesimo balzello da pagare. Per questo, su tutte le furie, si è presentato all'ufficio di amministratori di condominio mittende della missiva per protestare. Rimostranza veemente tanto che aveva iniziato a prendere a pugni la vetrata. È successo questa mattina in zona Palombare. Le impiegate, impaurite, si sono chiuse dentro e hanno chiamato la polizia.

Quando la Volante è arrivata sul posto si è capito che si trattava tutto di un malinteso. Non si trattava di un pagamento da effettuare ma di un rimborso che era stato effettuato all'uomo, un 40enne anconetano, che, resosi conto di essersi arrabbiato senza motivo, si è prodigato in scuse per il suo comportamento. L'episodio si è chiuso senza denunce ma con un invito a prestare più attenzione a quanto scritto nelle comunicazioni future.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scambia il rimborso per un bollettino da pagare: paura in un ufficio

AnconaToday è in caricamento