L'attesa è snervante, volano schiaffi e spintoni al pronto soccorso

Zuffa tra due pazienti, arrivano i carabinieri: uno se l'era presa con un'infermiera perché era stanco di aspettare

Foto d'archivio

Pomeriggio ad alta tensione quello di ieri al pronto soccorso di Torrette: due pazienti sono venuti alle mani ed è stato necessario l’intervento dei carabinieri per dividerli. E’ accaduto attorno alle 18.

Un 53enne ha perso le staffe perché non ne poteva più di aspettare il suo turno. Si è alzato di scatto, si è avvicinato con tono minaccioso a un’infermiera del triage e ha cominciato ad inveire contro di lei, protestando per la lunga attesa. In difesa della donna, impaurita, è intervenuto un altro paziente di 38 anni nel tentativo di riportare alla calma il 53enne. Tutto inutile. Anzi, il clima si è fatto incandescente. Sono volati insulti, accuse, poi anche spintoni e ceffoni. Il tutto sotto gli occhi increduli dei pazienti e del personale del pronto soccorso che ha subito contattato il 112.

Determinante è stato l’intervento dei carabinieri di Collemarino, coordinati dal comandante Giuseppe Colasanto: hanno sedato sul nascere il litigio, impedendo che degenerasse. Hanno separato e placato i due contendenti che, alla fine, hanno desistito e con una stretta di mano hanno rinunciato a sporgere denuncia.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto, il centauro lotta tra la vita e la morte: si indaga sulle cause

  • Il supermercato Tuodì chiude dopo 18 mesi dall'apertura: «Troppa concorrenza»

  • Ragazza annegata a Marina Dorica, sigilli sulla discoteca che le aveva dato da bere

  • La colonia di gatti sta per essere distrutta, l'appello disperato: «In 80 rischiano di morire»

  • Schianto pauroso sulla Cameranense, tre i mezzi coinvolti: motociclista gravissimo

  • Cade fuliggine dal cielo, residenti preoccupati: arriva l'Arpam per i controlli

Torna su
AnconaToday è in caricamento