rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Cronaca

Lite furibonda tra coniugi, lui chiama la polizia: «Fate in modo che mia moglie non mi tradisca!»

Una richiesta surreale quella fatta agli agenti, intervenuti per sedare gli animi

ANCONA - Passa molto tempo fuori casa e sospetta, per qualche ragione, che la moglie lo tradisse. L’ultima lite tra lui, 26enne ivoriano, e la moglie, è scoppiata ieri sera alle 21. E’ stato l’uomo a chiamare la polizia. Gli agenti sono arrivati nella casa in periferia cittadina e hanno provato a calmare gli animi. Il ragazzo aveva dichiarato di aver chiamato le forze dell’ordine pensando che i poliziotti avessero l’autorità necessaria per intimare alla moglie di dover rispettare il marito. 

Gli operatori, riportate la parti alla calma, hanno spiegato all’uomo che probabilmente aveva travisato la loro funzione e che non era certamente compito loro risolvere il problema della coppia. Alle 23 l’uomo ha chiamato nuovamente la sala operativa, spiegando che la moglie si era allontanata da casa senza dire dove stesse andando. Gli agenti, arrivati nuovamente, hanno accertato che si trovava a casa di un’amica. Dai successivi controlli è emerso che già a luglio la polizia era intervenuta per una lite, scaturita in quel caso dalla gelosia della moglie verso il marito: l’aveva sentito, aveva detto, al telefono con un’altra donna. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite furibonda tra coniugi, lui chiama la polizia: «Fate in modo che mia moglie non mi tradisca!»

AnconaToday è in caricamento