Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Tavernelle / Via Vincenzo Gioberti

Litiga con la moglie e prende un coltello da cucina: ferito il figlio di 5 anni

Momenti concitati in un appartamento dove un uomo ha minacciato atti di autolesionismo ma ha finito per colpire, di striscio per fortuna, il bambino

Era tornato a casa ubriaco e questo suo stato ha fatto scattare le ire della moglie. Lei, stanca perché quella scena del rientro barcollante non era alla sua prima, lo ha affrontato e minacciato di lasciarlo. Frasi che hanno scatenato la reazione disperata di lui, peruviano di 30 anni. Stando a quanto è stato possibile ricostruire dai carabinieri, intervenuti sul posto, l'uomo ha preso un coltello da cucina e ha minacciato atti di autolesionismo. La moglie, un'anconetana, avrebbe tentato di fermarlo e nella concitazione di quei momenti la lama ha finito per ferire a un dito il figlio più grande della coppia, di appena 5 anni. 

Già perché tutta la lite è scoppiata, attorno alla mezzonotte di ieri, in un appartamento al quarto piano di una palazzina di via Gioberti davanti due bambini: di 5, appunto, e uno più piccolo. Non è finita qui. Quando sono arrivati carabinieri e uomini della Croce Rossa, hanno visto il 30enne scavalcare la balaustra del balcone e minacciare di buttarsi di sotto. È stata la moglie ad afferrarlo e a riportarlo in casa. Il piccolo è stato medicato in casa. L'uomo invece è stato accompagnato all'ospedale di Torrette. Da dove, mentre era in attesa al pronto soccorso, si è dileguato. È stato rintracciato poco dopo dai carabinieri e, ancora ubriaco, riportato in ospedale.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litiga con la moglie e prende un coltello da cucina: ferito il figlio di 5 anni

AnconaToday è in caricamento