rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Cronaca

«C'è una lite in casa», arriva la polizia ma era una mamma che sgridava il figlio 50enne: «Non mangia abbastanza»

Alcuni residenti avevano dato l'allarme pensando si trattasse di una lite in famiglia. Quando la polizia è intervenuta ha però scoperto il reale motivo del "diverbio"

ANCONA - «Intervenite, c'è una lite in un appartamento di via Bernabei». E' questa la chiamata arrivata ieri sera alla Polizia di Ancona. Dall'altra parte della cornetta alcuni residenti, preoccupati per le urla che sentivano provenire da un'abitazione della zona.

Gli agenti hanno scoperto che il "diverbio" nato tra madre e figlio, entrambi residenti nell'appartamento, era stato causato da un banale motivo. A raccontarlo la stessa donna, un'anconetana di 83 anni. «Mio figlio non mangia abbastanza, stavamo parlando di questo». L'ulteriore conferma è poi arrivata dall'uomo, 50 anni, sorpreso nel vedere gli agenti in casa: «Mia madre urla perchè non ci sente bene e per questo stavamo parlando ad alta voce». Verificato che non c'era nulla per cui procedere, la polizia è poi rientrata riprendendo il regolare servizio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«C'è una lite in casa», arriva la polizia ma era una mamma che sgridava il figlio 50enne: «Non mangia abbastanza»

AnconaToday è in caricamento