Cronaca Tavernelle / Via Francesco Petrarca

Lite tra cani, i proprietari si azzuffano: l'aggressore scappa ma perde il cellulare

La polizia si è presentata a casa sua non solo per restituirgli lo smartphone. Il rivale è finito all'ospedale con un labbro spaccato

Foto di repertorio

Prima si sono azzuffati i cani, poi i loro proprietari: al culmine della lite, uno ha colpito l’altro con un pugno in faccia e si è allontanato. Peccato che, nel tragitto, ha smarrito il cellulare, grazie al quale la polizia è riuscita a rintracciarlo.

Ora rischia una denuncia il 35enne anconetano che oggi pomeriggio, attorno alle 14, ha messo le mani addosso ad un 40enne, rimasto a terra con un labbro spaccato e portato al pronto soccorso di Torrette dalla Croce Gialla. E’ accaduto nell’area cani all’interno del parco di via Petrarca. La bagarre è scoppiata quando i due animali si sono azzannati: il 40enne avrebbe colpito con un calcio il cane del 35enne che, per tutta risposta, ha sferrato un pugno in faccia all’altro per poi andarsene. Sul posto, insieme al 118, sono intervenuti gli agenti delle Volanti che hanno recuperato il cellulare smarrito dall’aggressore e poco dopo si sono presentati a casa sua, non solo per restituirglielo. Se le lesioni saranno inferiori ai 20 giorni, potrà essere denunciato su querela di parte. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite tra cani, i proprietari si azzuffano: l'aggressore scappa ma perde il cellulare

AnconaToday è in caricamento