menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'area sequestrata

L'area sequestrata

Scarico di liquami nel fiume, sequestrata l'area contaminata

Gli agenti hanno individuato l'azienda responsabile e raggiunto il legale rappresentante che si è giustificato dicendo di non essersi accorto della fuoriuscita. Per lui scattata la denuncia

Si trovavano nella zona per alcuni controlli quando hanno visto un fosso colorato di marrone ed un tubo che scaricava liquami organici nelle acque dell'Esino. E' stato così che la Polizia provinciale, coordinata dal pm Paolo Gubinelli (foto in basso), ha scoperto la fuoriuscita nel fiume che dal Monte Cafaggio attraversa maceratese e jesino fino ad morire nell'Adriatico.

Gli agenti hanno individuato l'azienda responsabile, che si trova nello jesino, e raggiunto il legale rappresentante che si è giustificato dicendo di non essersi accorto della fuoriuPaolo Gubinelli-2scita del liquame e che la colpa era da attribuire ad un guasto che ha portato il materiale organico (non chimico) direttamente nelle acque. Tutta l'area è stata sequestrata ed ora i tecnici dovranno valutare i danni all'ecosistema, con la speranza che il liquame non sia arrivato in mare. Poco dopo sono iniziati i lavori di picchettatura per cercare di isolare la zona. Il titolare dell'allevamento è stato denunciato ed ora dovrà rispondere di inquinamento ambientale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento