menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
la preside Stefania Signorini con gli ospiti dell'incontro

la preside Stefania Signorini con gli ospiti dell'incontro

Al liceo anche il brevetto da bagnino di salvataggio, i campioni della Vela per parlare di sport e mare

Il Cambi lancia all’interno dell’indirizzo sportivo anche il corso per poter fare il salvamento. Presentato questa mattina alla presenza di Alberto e Claudia Rossi

L’Istituto di Istruzione Superiore di Falconara incontra i campioni di vela Alberto Rossi e Claudia Rossi per parlare di sport e mare, e promuovere il Corso del Liceo Scientifico Sportivo, unico a livello ministeriale della zona, che permetterà da quest’anno di ottenere il brevetto di salvamento. Si è svolto questa mattina al Liceo Cambi Serrani di Falconara presso l’Aula Magna l’evento “Sport & Mare”, che ha visto la partecipazione di Alberto Rossi, campione del mondo di vela e armatore dell’Enfant Terrible-Adria Ferries, e di sua figlia Claudia Rossi, a sua volta campionessa europea di vela, per celebrare il connubio tra mare e sport. All’evento, condotto da Tarcisio Pacetti, sono intervenuti Daniele Malavolta, presidente ASD Liberi nel Vento, Rodolfo Giampieri, presidente autorità portuale, Vincenzo Graciotti presidente Vela Marche e numerosi esponenti della Guardia di Finanza, della Marina e del corpo dei Carabinieri. La mattinata è stata anche l’occasione per lanciare le nuove.  attività dell’Istituto di Istruzione Superiore di Falconara, e soprattutto il corso Liceo Scientifico Sportivo, unico nella zona a livello ministeriale, che permetterà da quest’anno di ottenere anche il brevetto di salvamento. Ad aprire l’incontro la Preside Stefania Signorini che, dopo aver dato il benvenuto e ringraziato i presenti, ha ricordato l’importanza dello sport per i giovani. «Lo sport aiuta i ragazzi a favorire la crescita psicologica, emotiva, sociale, oltre che fisica. L’obiettivo del nostro indirizzo sportivo è la conoscenza a 360° delle discipline agonistiche. Una competenza completa in grado di offrire agli studenti le capacità di creare connessioni tra le diverse forme del sapere, l’attività motoria e sportiva, e la cultura propria dello sport».

Il Liceo Scientifico Sportivo si caratterizza per il potenziamento delle Scienze motorie e sportive e delle Scienze naturali. Inoltre, in sostituzione di Latino, Disegno e Storia dell’Arte, gli studenti dovranno conoscere gli insegnamenti di Diritto ed Economia dello Sport, e Discipline sportive, oltre ad approfondire teoria e pratica di molti sport, la cui scelta sarà rimessa all’istituzione scolastica in base alle richieste degli alunni e delle famiglie. La preparazione e il tipo di formazione acquisite durante i cinque anni al Liceo Scientifico Sportivo permetteranno di proseguire con successo lo studio universitario, oltre che nel corso di Laurea in Scienze Motorie, Sport e Salute, in tutti i corsi di laurea scientifici e tecnologici. L’indirizzo apre, inoltre, un ampio ventaglio di possibilità: dalla medicina dello sport, allo sport businnes, dal giornalismo sportivo, alle professioni legali correlate allo sport. «Sono tantissimi gli sport che si possono praticare nel quinquennio del Liceo Sportivo – ha proseguito la docente Roberta Palloni - tra cui orienteeering, tennis, ginnastica artistica, atletica leggera, pallamano, scherma, pallavolo, nuoto-salvamento, calcio, judo, pallacanestro, taekwondo, bici, arrampicata, boxe, pugilato, apnea, beachvolley, beachtennis e biliardo. Inoltre, abbiamo giù attivato la possibilità di ottenere alcuni brevetti fondamentali per entrare da subito nel mondo del lavoro: il brevetto di salvamento, quello per arbitri e giudici di atletica leggera, e il brevetto da arbitro di calcio».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Da oggi (6 aprile) le Marche in zona arancione: cosa cambia?

social

Ancona millenaria va in tv: la storia della "dorica" in prima serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento