Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Camerano: Opera Pia Ceci, Natale amaro per quattro lavoratrici

Con la nuova gestione una riduzione di organico le operatrici passano da 13 a nove. Rabini (Camerano rinasce): "Reintegrarle prima di Natale, sarebbe beffa assumere lavoratrici temporanee"

A meno che le cose non cambino, è un triste Natale quello che si preannuncia per le 4 operatrici (su un totale di 13) della Fondazione Opera Pia Ceci di Camerano che sono state oggetto della riduzione di organico prevista dalla nuova gestione, subentrata da qualche giorno.

A renderlo noto  è Lorenzo Rabini, Capogruppo di “Camerano Rinasce”, che venerdì ha incontrato la cittadinanza in un incontro aperto sul tema.

Il cambiamento è scattato dopo che il nuovo bando di gestione dei servizi socio sanitari assistenziali, infermieristici , di lavanderia e di supporto a favore degli ospiti della casa è stato vinto dalla Ditta “Nuova Sair “ di Roma, che è subentrata all’Ass.Coop.

Rabini ha inoltre sottolineato che, anche per le lavoratrici il cui posto di lavoro non è a rischio, si prospetta comunque una forte riduzione delle ore di lavoro (praticamente un dimezzamento) che non potrà non riflettersi sulla qualità dell’assistenza agli ospiti della struttura. Il consigliere ha chiesto con forza il reintegro delle quattro lavoratrici prima di Natale perché, ha spiegato, avrebbe il sapore amaro di una beffa “l’assunzione di  temporanea di qualche operatrice al posto delle licenziate!”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camerano: Opera Pia Ceci, Natale amaro per quattro lavoratrici

AnconaToday è in caricamento