Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Falconara Marittima

Troppe liti e intemperanze al bar, licenza sospesa: ora il Comune potrebbe revocarla

Il locale è finito nel mirino delle forze dell'ordine dopo una sequenza di episodi tra i quali anche l'aggressione di un rom al fruttivendolo egiziano per avere la spesa gratis

Piazza Fratelli Bandiera. Spicchio di pedonale con panchine e alberi meta di tanti anziani che vanno a fare due chiacchiere e a prendere il fresco. Una pace negli ultimi tempi minata da una sequenza di fatti di cronaca, teatro dei quali è stato il bar pizzeria all'angolo con via Marsala. Non tanto per responsabilità dirette del proprietario ma per il comportamento molto al di sopra delle righe degli avventori. Questa mattina i carabinieri della Tenenza di Falconara hanno notificato al proprietario un provvedimento di sospensione della licenza per 15 giorni. Il provvedimendo è stato emesso dal questore Oreste Capocasa su rapporto dettagliato dei militari agli ordini del tenente Michele Ognissanti. Tra gli episodi che più hanno turbato la quiete di questa zona centrale della città ci sono l'aggressione a un fruttivendolo egiziano da parte di un rom (poi arrestato dai carabinieri), una lite con protagonista una 32enne romena ubriaca poi arrestata per resistenza e minacce a pubblico ufficiale e la lite tra una donna di 45 anni e uno straniero finita con lei all'ospedale con il setto nasale fratturato. 

Smodato consumo di alcol, schiamazzi, liti, interventi delle forze dell'ordine e sanitari, auto dei residenti danneggiate. Abbastanza, insomma, per far scattare il provvedimento da parte dell'autorità di Pubblica Sicurezza (il Questore di Ancona, ndr) su richiesta dei carabinieri falconaresi. Il locale, a dire il vero, era chiuso già da una decina di giorni. Lo scorso 6 agosto era stato visitato dai carabinieri del Nas che aveva sospeso la licenza per contestazioni sulla sicurezza alimentare. Il proprietario si era così adoperato per ottemperare alle prescrizioni ricevute e questa mattina aveva ottenuto dall'Asur il permesso di riaprire. Non potrà, visto che il provvedimento della Questura è arrivato proprio in concomitanza con l'ok da parte delle autorità sanitarie. Sulla scorta di questo provvedimento, e alla luce della relazione della Tenenza, ora il Comune potrà valutare l’eventuale adozione di un provvedimento definitivo di revoca della licenza.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppe liti e intemperanze al bar, licenza sospesa: ora il Comune potrebbe revocarla

AnconaToday è in caricamento