Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Contrae la leptospirosi e rischia di morire, ricoverato d'urgenza in ospedale

In poco più di 7 giorni la patologia ha raggiunto lo stadio più avanzato, da cui dicono le statistiche riesce a salvarsi un uomo su due

E' ancora riservata la prognosi di un allevatore della zona, ricoverato da una decina di giorni all'ospedale regionale di Torrette dopo aver contratto la leptospirosi. Un quadro che inizialmente sembrava quasi irrecuperabile, dopo il trasporto in gravissime condizioni al nosocomio cittadino. La leptospirosi infatti, o "febbre dei porcai", potrebbe essere stata contratta mentre il paziente stava lavorando con qualche animale infetto, oppure trasmessa dall'urina dei topi. Quasi un miracolo quindi per l'allevatore, visto che in poco più di 7 giorni la patologia ha raggiunto lo stadio più avanzato, da cui dicono le statistiche riesce a salvarsi un uomo su due.  

Il contagio può avvenire in due modi: o direttamente, quindi a contatto con le mucose o ferite sulla pelle, o indirettamente se si tocca qualche carcassa già infetta. Il paziente intanto ha risposto bene alle cure e nelle ultime ore è stato trasportato dal reparto di Terapia intensiva a quello di Malattie infettive. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contrae la leptospirosi e rischia di morire, ricoverato d'urgenza in ospedale

AnconaToday è in caricamento