Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

“Educational”, Frasassi e Legambiente per il turismo scolastico

A Genga si è chiuso oggi l’incontro con 30 insegnanti di tutta Italia per sperimentare il nuovo modo di conoscere le Grotte di Frasassi

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Si è concluso oggi a Genga l’Educational di Legambiente e Consorzio delle Grotte di Frasassi, tappa del progetto “Frasassi capitale del turismo di qualità” che ha l’obiettivo di riqualificare l’offerta educativa e che ha mosso i primi passi nello scorso anno scolastico.
Sono arrivati da tutta Italia i 30 insegnanti che hanno preso parte a questo incontro per la presentazione degli strumenti e dei percorsi didattici che costituiranno il perno della nuova offerta formativa proposta alle scuole.
La nuova possibilità per gli studenti prevede laboratori didattici a completamento e arricchimento della visita alle grotte per permettere una coinvolgente relazione con l’ambiente e il territorio.

“Il progetto è nato dalla convinzione che la costruzione di percorsi didattici innovativi più vicini ai bisogni formativi dei ragazzi – commenta il presidente del Consorzio delle Grotte di Frasassi Filiberto Cecchi-, rafforzi in maniera significativa l’esperienza e la cognizione dell’incredibile valore che le grotte di Frasassi costituiscono da sempre, tanto da rappresentare una meta privilegiata del turismo scolastico nazionale”.

I docenti avranno la possibilità di sperimentare concretamente uno dei tre percorsi didattici proposti agli studenti delle classi che aderiranno al progetto, in modo da conoscere direttamente in quali attività verranno coinvolti i ragazzi.

“Questo progetto rappresenta un grande passo avanti nel mondo della formazione scolastica – aggiunge Luigino Quarchioni, presidente di Legambiente Marche -. Con questa esperienza i ragazzi hanno l’opportunità di avere un rapporto con la natura che solitamente è impossibile avere negli spazi urbani e che invece è profondamente formativo per la crescita dei giovani”.

La novità rispetto alla scorso anno è il quaderno didattico, un opuscolo che verrà fornito alle classi che scelgono di fare la visita didattica in grotta, anziché quella tradizionale. Questo è uno strumento che permetterà di differenziare la visita e renderla più adatta agli studenti, stimolandoli attraverso attività scientifico-interattive.
L’incontro rientra tra le attività di aggiornamento organizzate da Legambiente Scuola e Formazione.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Educational”, Frasassi e Legambiente per il turismo scolastico

AnconaToday è in caricamento