Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Lavoro, occupazione in calo nel 2017: «Troppa incertezza nella provincia anconetana»

«I dati mettono in evidenza che la situazione in provincia è più negativa di quella a livello regionale» dichiara Marco Bastianelli, segretario generale Cgil Ancona

In provincia di Ancona, nel 2017, gli occupati sono 186.096 e cioè meno 10.174 unità rispetto al 2016. I maschi sono 106.007, in calo di 4025 unità pari al 3,7%, le femmine sono 80.089, in diminuzione di 6149 unità pari al 7,1%. E’ questo il quadro che emerge dai dati Istat elaborati dall’Ires Cgil Marche. Il tasso di occupazione cala del 3% raggiungendo quota 61,3%, il tasso di disoccupazione aumenta del 3% arrivando al 12,5%. E’ importante notare che il tasso di disoccupazione femminile aumenta del 4,9% mentre quello maschile dell’1,4%. Tra i settori in crescita, ci sono l’industria con + 1008 unità pari al 2,1%, l’edilizia con +467 unità pari all’8,6% e l’agricoltura con + 945 unità pari all’82,5%; in diminuzione è il settore dei servizi con un calo di 6715 unità pari al 7%.

«I dati mettono in evidenza che la situazione in provincia è più negativa di quella a livello regionale – dichiara Marco Bastianelli, segretario generale Cgil Ancona - il tasso di disoccupazione è di 2 punti percentuale al di sopra di quello regionale e gli occupati presentano un dato negativo di oltre 4 punti e mezzo rispetto al dato regionale. Particolarmente preoccupante è il contesto che riguarda i servizi dove il dato scende in modo netto in termini generali ma anche relativamente ai lavoratori dipendenti al punto che, mentre a livello regionale, l’occupazione dipendente cresce, nella provincia scende in modo sostanziale. Un elemento tanto più allarmante, se si considera che i servizi incidono per oltre la metà sull’occupazione della provincia. Invece, è positivo l’incremento dell’occupazione dipendente nell’industria: nel complesso, tenendo anche presente l’ormai prevalenza delle assunzioni precarie sul totale dei nuovi contratti, emerge un quadro incerto che indica come la crisi nella provincia non sia finita, anche se ci sono punti di eccellenza che mostrano una timida ripresa».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, occupazione in calo nel 2017: «Troppa incertezza nella provincia anconetana»

AnconaToday è in caricamento