Senza contratto e permesso di soggiorno, blitz nelle sartorie: multe per 11mila euro

Gli agenti di Polizia insieme all'ispettorato del lavoro di Ancona, hanno scoperto varie irregolarità in due aziende. Un uomo è stato espulso, mentre un altro denunciato

Dipendenti senza contratto e senza permesso di soggiorno. E' questo quanto scoperto dalla Polizia di Senigallia e dall'Ispettorato del lavoro di Ancona in due distinte sartorie del quartiere Cesanella. Ad essere controllata un'azienda calzaturiera gestita da un pakistatano, dove un lavoratore è stato trovato senza contratto. Per il datore è stata emessa una multa di 3mila euro, con l'obbligo di assumere il dipedente con almeno un contratto di tre mesi.

Diversa invece la situazione in un'azienda di lavorazioni tessili lungo l'Arceviese, dove il titolare, un cinese di 32 anni, è stato denunciato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Sui 10 lavoratori presenti infatti, uno era privo di titolo d'ingresso nel territorio dello Stato, mentre due erano privi di regolare contratto. L'attività è stata sospesa, mentre per il 32enne sono scattate multe per 8mila euro, con l'obbligo di regolarizzare entrambi i dipendenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento