menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Seggiola del Papa: avviati i lavori di messa in sicurezza del “piastrone”

L'intervento, previsto nel progetto definitivo approvato nel maggio scorso, è stato finanziato per 99mila euro. I lavori, avviati oggi, avranno la durata di 60 giorni

Sono iniziati oggi i lavori di tutela della falesia ed è stato confermato il divieto di accesso e stazionamento nel tratto della costa del Passetto che va dalla grotta con il numero 83 alla grotta con il numero 120.  

A stabilirlo un’ordinanza firmata dal sindaco Valeria Mancinelli,  in concomitanza dei lavori di  messa in sicurezza che interessano il cosiddetto “piastrone”, un’area di mura, pietre e cemento a protezione delle grotte nella zona della “Seggiola del Papa” dove già vigeva il divieto di transito. Tale intervento, previsto nel progetto definitivo approvato nel maggio scorso, è stato finanziato per 99mila euro.   

Il tratto di falesia interessata-  retrostante la “seggiola del Papa”- era stato compromesso dalle fortissime mareggiate del 2013 che hanno causato la totale demolizione del “piastrone” presente (che svolge il ruolo di protezione delle grotte e di conseguenza della rupe stessa)  oltre alla distruzione della passerella di acciaio che consentiva l'accesso alla “seggiola del Papa”.   

Le mareggiate di qualche settimana fa, scrive il Comune, “lasciano presagire il ripetersi del fenomeno nel periodo invernale e pertanto si rende necessario un atto straordinario per l'esecuzione del lavoro.  La zona  ricade in ambito di vincolo paesaggistico e naturalistico del Parco del Conero ed è prevista di specifico piano attuativo, di qui la necessità di adottare un atto straordinario a tutela della rupe e della parte di città ad essa sovrastante”.

I lavori, avviati oggi, avranno la durata di 60 giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Venerdì firmo la nuova ordinanza, zona rossa fino al 14 marzo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento