Via Fratelli Cervi, scoppia la lavatrice e divampa l'incendio: paura per una 78enne

L'anziana non ha riportato alcuna ferita, ma è uscita da casa molto frastornata dopo un risveglio così. L'appartamento non è stato dichiarato inagibile ma il bagno è andato completamente distrutto ed è inservibile

I soccorsi in via Fratelli Cervi

Paura questa mattina per un'anconetana di 78 anni che vive sola in una delle palazzina di via Fratelli Cervi, svegliata da alcune esplosioni che arrivavano dal bagno. Quando è andata a vedere, si è trovata di fronte una scena choccante: tutto il disimpegno stava prendendo fuco, con le fiamme che stavano divorando il bagno. Immediata la chiamata ai Vigili del Fuoco di Ancona che, in pochissimo sono arrivati sul posto spegnando l'incendio. Che cosa è successo? Di sicuro è esplosa la lavatrice del bagno, ma i tecnici dei pompieri, dopo un primo sopralluogo a incendio domato, devono studiare il materiale fotografico per capire se le fiamme siano state causate da un sovraccarico dell'elettrodomestico oppure da un cortocircuito di una radio, posta lì sopra e che potrebbe aver trasmesso calore alla macchina. 

L'allarme è scattato intorno alle 8:00. Sul posto anche una pattuglia della Polizia Municipale e un'ambulanza della Croce Gialla di Ancona, che ha soccorso l'anziana, illesa, ma molto frastornata dopo un risveglio così. Poco dopo è arrivato sul posto anche il figlio della donna mentre i soccorsi se ne sono andati intorno alle 10:00. Ora l'anconetana potrà restare nel suo appartamento perché non è stato dichiarato inagibile, ma il bagno è andato completamente distrutto ed è inservibile. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile frontale tra due auto, tragedia al tramonto: un morto e un ferito grave

  • Macabra scoperta al cimitero, neonato mummificato trovato sopra una bara

  • Tragedia in casa, trovato morto un papà di 44 anni

  • Tragico investimento in via Conca, l'uomo è morto in ospedale

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Ucciso da un'auto davanti all'ospedale, Giuseppe era andato a trovare la moglie

Torna su
AnconaToday è in caricamento