rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Quartiere Adriatico / Piazza Armando Diaz

Lancia dalla finestra pentole e vasi, caos nella notte: distrutte due auto

Sul posto sono arrivate immediatamente le Volanti della polizia. A chiamare il 112 sono stati i vicini di casa allarmati dalle grida e dai rumori

Sono ancora ben visibili i segni lasciati dal caos che si è scatenato ieri notte (6 novembre) in piazza Diaz. Una donna ha lanciato oggetti dalla finestra del suo appartamento tra cui sedie, vasi, ciotole, vestiti e una pentola ancora sporca di sugo al pomodoro che ha macchiato il muro del palazzo che affaccia sul viale della Vittoria. Danneggiate gravemente le carrozzerie di due auto posteggiate lungo via Cesare Battisti mentre il cestino dell'immondizia poco distante è ancora divelto. 

Lancio di oggetti dalla finestra: i danni

A svegliare e allarmare i vicini nel cuore della notte sono state le grida disperate di una donna e i rumori che derivavano dal lancio degli oggetti. Sul posto sono accorse le Volanti della polizia, insieme all'equipe di Ancona Soccorso e all'ambulanza della Croce Rossa. Le forze dell'ordine hanno individuato subito l'appartamento della donna che dava in escandescenze e, non senza difficoltà, sono riusciti a bloccarla. Lei, infatti, alla vista degli agenti ha iniziato ad urlare ancor di più e a scagliarsi contro una poliziotta. 

La donna in preda alla crisi alla fine è stata bloccata, sottoposta a trattamento sanitario obbligatorio e poi ricoverata all'ospedale regionale di Torrette. Nella frenesia i poliziotti hanno dovuto chiudere in una stanza i due cani della signora che nel frattempo si erano agitati parecchio. Sottoposta a cure mediche anche l'agente rimasta lievemente ferita nella colluttazione. Questa mattina gli operatori ecologici di AnconAmbiente hanno ripulito la zona anche se, purtroppo, ancora adesso sono ben visibili i segni della crisi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lancia dalla finestra pentole e vasi, caos nella notte: distrutte due auto

AnconaToday è in caricamento