rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Cronaca

Lo fermano con le tasche gonfie di soldi e un piede di porco: aveva scassinato una lavanderia 

Denunciato per furto un 37enne. Manomessi anche due distributori automatici. L'uomo è stato trovato con un bottino di quasi 500 euro 

ANCONA – La polizia lo ferma vicino alla stazione ferroviaria e lui si affretta a dire che sta perdendo il treno per Teramo, città di cui è originario. Gli occhi degli agenti però hanno notato un gonfiore nelle tasche dei pantaloni e dopo un controllo hanno visto che si trattava di denaro: diverse banconote ma soprattutto tante monete. L'uomo, un 37enne, è stato portato in questura dove ha ammesso che aveva scassinato una lavanderia e due distributori automatici, a Jesi. Per lui è scattata una denuncia per furto aggravato. Il controllo risale a ieri sera, in piazza Rosselli. In tasca aveva 490,95 euro. In questura l'uomo è stato identificato, M. M. le sue iniziali, italiano, con a carico numerosi precedenti penali specifici contro il patrimonio, oltre la misura cautelare in vigore dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Addosso aveva anche alcuni attrezzi da scasso: un piede di porco, due cacciaviti, una tenaglia e un palanchino. Alla polizia ha ammesso di aver forzato poco prima un distributore automatico di materiali  e prodotti dedicati al lavaggio, che si trova all'interno di una lavanderia di Jesi, dotata di impianto interno di video sorveglianza, nonché di  altri  distributori automatici, uno installato presso un autolavaggio, situato nelle vicinanze della lavanderia, ed altri due di bevande e di snack di proprietà della Ditta "Liomatic" .

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo fermano con le tasche gonfie di soldi e un piede di porco: aveva scassinato una lavanderia 

AnconaToday è in caricamento