Cronaca

Scoperto il furbetto dell'ambulatorio: era l'addetto alle pulizie che si intascava l'incasso

Denunciato dalla polizia il ladro seriale, sorpreso con 400 euro sottratti dalla cassa. Decisivi i sospetti del responsabile della clinica veterinaria e l'indagine della Squadra Mobile

Foto di repertorio

Da tempo le responsabili della clinica veterinaria di Posatora, ad Ancona, nutrivano sospetti nei confronti dell’addetto alle pulizie perché notavano continui ammanchi dalla cassetta di sicurezza in cui custodivano gli incassi da versare in banca. Così hanno avvertito la polizia che si è subito messa all’opera e alla fine è riuscita ad incastrare il furbetto.

Sono stati gli agenti della Squadra Mobile, guidati dal vice questore Carlo Pinto, a sorprendere e denunciare il ladro seriale: il 32enne che per motivi di servizio aveva le chiavi dell’ambulatorio, approfittando degli orari in cui aveva accesso all’interno della clinica veterinaria, era solito svuotare le casse delle prestazioni, intascandosi il denaro.

I poliziotti, dopo aver sentito il racconto delle dottoresse, hanno predisposto un servizio mirato e ieri mattina, dopo l’ennesimo furto di 400 euro, il 32enne è stato bloccato dagli investigatori. La somma di denaro è stata sequestrata e riconsegnata al responsabile dello studio, che ha espresso gratitudine nei confronti della polizia per aver posto fine ai furti in serie, almeno 4 secondo gli investigatori, perpetrati nell'arco di un mese. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperto il furbetto dell'ambulatorio: era l'addetto alle pulizie che si intascava l'incasso

AnconaToday è in caricamento