Ladri scatenati in periferia, torna la paura: tre abitazioni svaligiate nel giro di un'ora

Inaugurata la stagione dei furti: malviventi in fuga per i campi con le tasche piene di monili d'oro e soldi. Sono entrati forzando le finestre con attrezzi da giardinaggio

foto d'archivio

Weekend ad alta tensione a Monte Dago, dove i ladri sono tornati a colpire: hanno svaligiato tre appartamenti nel giro di un’ora. Sono spariti soldi e gioielli per un bottino di alcune migliaia di euro. 

Non c’è traccia dei malviventi, scappati a piedi per le campagne, nel buio della sera. Il raid sarebbe stato perfezionato tra le 19 e le 20 di sabat. In via Palombare, strada dissestata e poco illuminata che collega via Monte Dago a via della Montagnola, sono entrati nell’abitazione di una donna che aveva trascorso il pomeriggio al lavoro: al rientro, all’ora di cena, ha trovato la sua camera a soqquadro. I ladri, dopo aver rotto una finestra con un paio di tenaglie trovate in giardino, si sono impossessati di monili d’oro e pochi soldi, poi sono scappati senza che nessuno li vedesse o si insospettisse sentendo il cagnolino della proprietaria abbaiare.

Poco dopo, la gang ha consumato altri due furti in abitazione, uno in via della Montagnola, nei pressi del salumificio Taccalite, e un terzo dalle parti dell’istituto superiore Vanvitelli-Angelini-Stracca. Anche in questo caso si sono intascati denaro e monili d’oro, selezionando quelli più preziosi. Indaga la polizia su questo raid che inaugura la stagione dei furti nella periferia anconetana. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento