Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca Castelfidardo

Suonano alla porta: «C’è un pacco per suo figlio». In tre derubano un’anziana

Portati via 1.300 ad una 83enne fingendosi corrieri. Un giardiniere ha visto la fuga. Rintracciate dai carabinieri, sono finite a processo per furto aggravato in concorso

CASTELFIDARDO - Una ha suonato alla porta e si è finta un corriere. «C’è da ritirare un pacco signora». Le altre due si sono intrufolate in casa mentre la prima la distraeva portando via 1300 euro ad una anziana. Tre ladre che sono state poi identificate e sono finite a processo al tribunale di Ancona per furto aggravato. Si tratta di tre donne residenti tra Ascoli e la provincia di Teramo, hanno tra i 30 e i 50 anni. Era il 6 dicembre del 2016 quando la più giovane avrebbe suonato al portone di una palazzina in via Murri fingendosi un corriere. L’anziana, 83 anni all’epoca dei fatti, ha pensato che fosse un pacco per il figlio, che abita al piano di sotto e che non fosse in casa. Così ha aperto il portone. La giovane lo ha lasciato socchiuso ed è salita. Subito dopo sono salite le altre due. Al piano di sotto in realtà c’era la nipote che si è insospettita nel vedere salire le tre donne.

Aveva sentito che una parlava di un pacco, così ha telefonato al padre per capire se fosse il suo ma non era stato fatto nessun ordine. Il figlio della donna si è affrettato a tornare a casa ma ha potuto vedere solo la fuga delle tre malviventi, salite a bordo di una Fiat Panda che le attendeva in strada. Anche un giardiniere le ha viste fuggire, attirato dalle voci che provenivano dalla palazzina dicendo «Fermatele, siamo stati derubati». Sporta denuncia ai carabinieri le indagini hanno permesso di risalire alle tre che erano anche già schedate. Il processo, davanti alla giudice Maria Elena Cola, è stato aggiornato all’11 settembre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Suonano alla porta: «C’è un pacco per suo figlio». In tre derubano un’anziana
AnconaToday è in caricamento