Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

«Siamo amiche di suo figlio» e derubavano nonnine: in trappola le ladre senza cuore

Arrestate dalla Squadra Mobile due donne diventate l'incubo delle anziane: le agganciavano con una scusa, si facevano aprire la porta e poi saccheggiavano le loro case

Foto di repertorio

Si fingevano amiche dei figli, poi le derubavano. La polizia ha arrestato due ladre senza cuore, diventate l’incubo di nonnine residenti nel centro di Ancona. L’operazione è stata condotta dagli investigatori della Squadra Mobile di Ancona, guidati dal dottor Carlo Pinto.

Ora sono agli arresti domiciliari le due rom senza scrupoli responsabili di almeno 4 furti ai danni di altrettante anziane ultrasettantenni. La tecnica era sempre la stessa: avvicinavano le nonnine e approfittando della loro età le convincevano a farle entrare in casa, fingendosi amiche dei loro figli o comunque con altri altri stratagemmi con cui allacciare un rapporto di fiducia. Una volta in casa, le saccheggiavano, rubando soldi e oggetti d’oro.

La gravità del quadro indiziario a carico delle due donne arrestate è emerso in maniera inequivocabile. Le due rom sono state raggiunte ieri sera nella provincia di Bologna dagli agenti della Squadra Mobile di Ancona: sono state arrestate e, su disposizione del gip, collocate ai domiciliari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Siamo amiche di suo figlio» e derubavano nonnine: in trappola le ladre senza cuore

AnconaToday è in caricamento