rotate-mobile
Cronaca

«L'accompagno a casa» poi gli ruba il Rolex, sexy ladra a processo

Una 29enne rom deve rispondere di furto aggravato. Si era avvicinata alla vittima, 72 anni, che l'ha poi denunciata ai carabinieri

NUMANA – Era bastato fargli gli occhietti dolci, attaccare discorso fingendo di abitare nella sua stessa zona per guadagnarsi la sua fiducia e portargli via un Rolex da 6mila euro. Adesso una sexy ladra di 29 anni, di origine rom, è a processo per furto aggravato. La giovane avvenente è accusata di aver tratto in inganno un anziano di 72 anni. Era il 1 maggio del 2017 e lo aveva avvicinato di mattina, in via Flaminia. «Lo accompagno a casa – si era offerta la giovane – così le faccio vedere dove abito anche io». Era bastata una stretta sotto braccio per sfilargli via il prezioso orologio e poi trovare una scusa per allontanarsi. Le era squillato il cellulare, forse la chiamata di un complice, e aveva salutato l'anziano in gran fretta. L'uomo, fatti pochi passi, si era però accorto di non avere più il Rolex al polso ma era troppo tardi. Era riuscito a vedere la giovane salire su un'auto di colore blu. Il 72enne si era rivolto ai carabinieri e aveva denunciato il furto subito. I militari avevano avviato una ricerca sul territorio, controllando anche le telecamere presenti in zona che avevano ripreso la vettura descritta dal derubato. La stessa auto era finita, giorni prima, in un controllo dei carabinieri, che avevano identificato gli occupanti tra i quali la 29enne. La sua foto era stata fatta vedere all'anziano che aveva riconosciuto in lei la ragazza che lo aveva avvicinato. L'imputata attualmente è irreperibile. In udienza oggi, al tribunale di Ancona, doveva testimoniare l'ex comandante dei carabinieri di Numana, Alfredo Russo, ma il processo è stato rinviato al 17 novembre perché l'avvocato della difesa aveva un legittimo impedimento e oggi non era presente in aula. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«L'accompagno a casa» poi gli ruba il Rolex, sexy ladra a processo

AnconaToday è in caricamento