Avevano un laboratorio per la lavorazione della cocaina: arrestata una coppia

A dare il via all'indagine è stato l'arresto di un altro pusher falconarese avvenuto lo scorso 12 maggio dopo essere stato trovato in possesso di 50 grammi di cocaina dai Carabinieri della Tenenza locale

La refurtiva

Arrestata coppia di spacciatori attiva tra Chiaravalle e Falconara. A dare il via all’indagine è stato l’arresto di G. M. avvenuto lo scorso 12 maggio dopo essere stato trovato in possesso di 50 grammi di cocaina dai Carabinieri della Tenenza di Falconara. Proprio i militari falconaresi hanno segnalato nel loro rapporto che il pusher locale si era incontrato poco prima con C. M. e la sua compagna L. A. per ben due volta nel giro mezz’ora. E che proprio la donna, dopo essere scesa dalla macchina Renault Clio del fidanzato, si sarebbe abbassata in modo sospetto vicino allo pneumatico anteriore destro del mezzo per poi rialzarsi e allontanarsi. Solo dopo il blitz, gli inquirenti hanno trovato conferma che lì c’era lo stupefacente. E mentre i militari della tenenza falconarese arrestavano G. M., la coppia di corrieri entrava nel mirino del Nucleo Operativo radiomobile di Ancona che, coordinato dal Maggiore Giovanni Russo e dal tenente Francesco Masile (in foto), ha dato il via ad una mirata attività di indagine e pedinamento. 

Indagine terminata il 18 maggio scorso, dopo aver scoperto come la coppia si spostasse di frequente in un casolare disabitato in zona Marzocca. Lì Carabinieri-11-2dove i Carabinieri hanno poi trovato un vero laboratorio artigianale per lavorare la cocaina, confezionarla e venderla. Destinazione: le piazze di Ancona. Quando la coppia è uscita dal casolare per prendere la solita auto Renault Clio per andare verso Chiaravalle, è scattato il blitz dei Carabinieri (GUARDA IL VIDEO). Con loro la coppia aveva 8 grammi di polvere bianca. Ma il resto della cocaina era a Marzocca, dove gli inquirenti hanno trovato altri 57 grammi di cocaina e 27 grammi di hashish. Non solo perché nella casa dove i due effettivamente risiedono, i militari hanno trovato altro stupefacente: circa 11 grammi di cocaina e 29 pasticche di Suboxone (un derivato degli oppiacei per il trattamento a lungo termine da tossicodipendenza). Lui è finito in carcere mentre lei ai domiciliari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento