rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Cronaca

Lotta alle frodi sui fondi Pnrr: stipulato protocollo d’intesa tra Regione Marche e Guardia di Finanza

Il Comando Regionale Marche della Guardia di Finanza e la Regione Marche siglano un Protocollo Quadro di Intesa per rafforzare il sistema di prevenzione e contrasto alle truffe ai danni delle risorse del Pnrr

ANCONA - Con la pioggia di finanziamenti derivanti da bandi del Pnrr si scatenano le frodi. Così il Comando Regionale Marche della Guardia di Finanza e la Regione Marche hanno deciso di firmare un accordo quadro in difesa delle risorse destinate ai territori. 

L’accordo

L’intesa prevede che le due istituzioni sviluppino iniziative di carattere formativo attraverso incontri e corsi per favorire lo scambio di esperienze maturate nei vari settori interessati. La Regione Marche che Marche fornirà dati utili per l’attività di controllo, relativi ad anomalie, violazioni e irregolarità riguardanti i finanziamenti e i contributi. Inoltre alla Guardia di Finanza sarà consentito l’accesso alle proprie banche dati della Regione, al fine di favorire la diretta acquisizione delle informazioni utili per l’avvio e lo sviluppo delle indagini a contrasto delle frodi. A sua volta, la Guardia di Finanza potrà utilizzare i dati e gli elementi acquisiti per orientare l’azione di prevenzione, ricerca e repressione degli illeciti economici e finanziari, comunicando, nel caso di accertamento di irregolarità o frodi, alla Regione Marche le specifiche informazioni rilevate così da poter adottare specifici provvedimenti. Il protocollo ha durata biennale e la sua concreta attuazione verrà monitorata da un apposito tavolo tecnico, composto da rappresentanti di entrambe le amministrazioni, che si riunirà con cadenza quadrimestrale. 

I referenti 

Il protocollo prevede una collaborazione strutturata anche sul piano della governance operativa dell’intesa: per le attività previste sono individuati quali referenti per la Regione Marche il Segretario Generale e il Direttore del Dipartimento “Programmazione integrata UE e Risorse finanziarie, umane e strumentali”. Per la Guardia di Finanza, il Capo di Stato Maggiore del Comando Regionale e il Comandante del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Ancona. Referenti per l’attuazione del protocollo sul territorio sono stati indicati i Comandanti Provinciali della Guardia di Finanza che si interfacceranno con molteplici Direzioni della Giunta Regionale. «Il Protocollo – dichiara il Presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli - consolida una collaborazione strategica tra le due istituzioni e conferma la centralità che il rigore ed il contrasto a qualsiasi forma di illegalità rivestono nell’azione della giunta regionale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta alle frodi sui fondi Pnrr: stipulato protocollo d’intesa tra Regione Marche e Guardia di Finanza

AnconaToday è in caricamento