menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Jiří Kylián al Passeto mentre parla con i protagonisti del film

Jiří Kylián al Passeto mentre parla con i protagonisti del film

Ha scelto Ancona per girare il suo corto, al Passetto arriva il coreografo Jiří Kylián

Jiří Kylián è un maestro indiscusso della danza mondiale. Proprio lui ha deciso di ambientare il suo porssimo lavoro in uno dei luoghi più rappresentativi di Ancona: il Passetto

Arriva ad Ancona uno dei maggiori coreografi di danza contemporanea del mondo e film-maker: Ji?í Kylián. E’ proprio lui ad aver scelto Ancona e, in particolare, il Passetto per girare il suo prossimo cortometraggio: Scalamare. Un corto il cui tema è il passare del tempo attraverso un simbolismo del luogo troppo facile da coglier. C’è un monumento dedicato ai soldati caduti in guerra, ci sono delle scale che possono portare su o giù, c’è la vita che il mare dà e prende. Anche il soggetto del film è semplice: una coppia che ha passato quarant’anni insieme sta celebrando l’anniversario della luna di miele, che è partita da queste scale. Quindi eccoli qui, quarant’anni dopo, nello stesso posto, a guardare indietro sulle proprie vite, cercando di arrivare a un accordo e di esplorare un futuro molto breve e incerto. Con lacrime e risate, con ironia e sarcasmo, essi cercano di ricostruire alcuni dei momenti condivisi nel passato. Questi momenti all’apparenza importanti sono sminuiti dal tempo passato, alcuni eventi insignificanti diventano prominenti. Lo struggimento eterno tra microcosmo e macrocosmo è sempre presente. Ogni valore cambia e c’è una sorta di sensazione di perdita e di nostalgia nell’aria. La celebrazione della loro luna di miele comincia a trasformarsi in allucinazione e illusione, in cui la linea tra realtà e fantasia non esiste più. Le ombre astratte sono i soli testimoni silenziosi di questa scena. 

L’ipotesi di una produzione di Kylián si è trasformata in realtà quando il Comune di Ancona e Marche Teatro sono entrati in gioco, il primo per benedire l’operazione e supportarla sia in chiave culturale che in chiave di valorizzazione turistica, e il secondo a conferma di una forza produttiva capace di contribuire ogni giorno di più alla valorizzazione del capoluogo. «È un grande onore - afferma la direttrice artistica del Festival Cinematica, Simona Lisi aver contribuito a far nascere l’ispirazione per questo film a un artista incredibile come Ji?í Kylián, una stella della danza internazionale. Abbiamo creduto sin da subito al progetto, favorendolo con molta cura, consapevoli della ricaduta sul territorio. È un meraviglioso risultato per tutti, in particolare per un giovane festival come Cinematica con cui il maestro ha da subito instaurato un generoso rapporto di fiducia».
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento