Vandali ai giardini Zannoni, uno tira fuori un coltello e minaccia i carabinieri

Erano circa le 23,00 di ieri, quando un equipaggio del Nor, ha intercettato un gruppo di 5 giovani all’interno del parco Zannoni, intento a danneggiare i raccoglitori portarifiuti ed un lampione. Uno di loro ha anche tirato fuori un coltello, minacciando i carabinieri

JESI - Avevano scambiato gli arredi dei giardini Zannoni di Jesi per bersagli su cui sfogare la loro noia.

Erano circa le 23,00 di ieri, quando un equipaggio del Nor ha intercettato un gruppo di 5 giovani all’interno del parco Zannoni, intento a danneggiare i raccoglitori portarifiuti ed un lampione. I militari sono riusciti a bloccarne tre, mentre gli altri due sono riusciti a fuggire. Durante le fasi del controllo uno di loro (A.A. di anni 18, di origine giordana con precedenti specifici), tentando di non farsi controllare, ha estratto un coltello e minacciato i carabinieri, i quali, però, lo hanno immediatamente immobilizzato ed arrestato.

Gli altri due (entrambi originari della Tunisia, di anni 20 e 21 e residenti in città), sottoposti a perquisizione, sono stati trovati in possesso di un grammo di cocaina, e sono stati segnalati all’Ufficio territoriale del Governo quali assuntori di stupefacenti.

Nei confronti di tutti e tre, parallelamente all’arresto del cittadino giordano, è stata inoltrata anche un’ informativa alla Procura della Repubblica di Ancona, con la quale sono stati contestati i reati di danneggiamento aggravato in concorso. 

Dei danni causati  verrà data comunicazione al comune di Jesi, affinché provveda ad avanzare richiesta di risarcimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento