Cronaca

Jesi: insulti e maltrattamenti alla madre 75enne, 30enne in manette

La polizia era già intervenuta altre volte ma fino a quel momento non c'era stata violenza fisica. All'origine delle minacce e delle vessazioni continue e impellenti richieste di denaro

Botte e minacce all’anziana madre 75enne per cercare di estorcerle denaro: è finito in manette per stalking, lesioni e maltrattamenti in famiglia un trentenne di Jesi, arrestato nella notte tra sabato e domenica dagli uomini del Commissariato.

La polizia era già intervenuta tre volte negli ultimi venti giorni, ma fino a quel momento l’uomo si era “limitato” a insultare e minacciare l’anziano genitore, con cui vive, sempre per insistenti e pressanti richieste di denaro. Poi, nel weekend, uno spintone di troppo ha provocato alla donna alcune ecchimosi e l'intervento del 118, cui ovviamente ha fatto seguito l’arresto del figlio.

Gli agenti hanno raccolto la versione del trentenne e le dichiarazioni della madre, che avrebbe confermato solo in parte le violenze subite. Gli inquirenti cercheranno anche di capire quali siano state le motivazioni che hanno spinto l’uomo, al momento senza lavoro, a questo bisogno così impellente di denaro e se la cosa possa avere altri risvolti investigativi.

La polizia di Jesi invita la cittadinanza a segnalare ogni caso di violenza domestica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jesi: insulti e maltrattamenti alla madre 75enne, 30enne in manette

AnconaToday è in caricamento