"Leggera la storia", riparte il ciclo di conferenze: il 6 aprile ecco Federico Romero

Il nuovo ciclo sarà dedicato a un anno, il 1917, dalla forte valenza periodizzante e che rappresentò nella storia del Novecento e dell'età contemporanea un momento di svolta

Riprende domani (giovedì 6) alla Sala Maggiore del Palazzo della Signoria di Jesi il ciclo di conferenze sull'età contemporanea dal titolo "Leggere la Storia", organizzato dal Comune di Jesi. Grazie alla curatela scientifica di Fulvio Cammarano dell'Università di Bologna, attuale Presidente della Società Italiana di Storia Contemporanea e di Riccardo Piccioni dell'Università di Macerata, l'iniziativa è riuscita a arruolare negli anni i maggiori storici contemporaneisti italiani, che hanno tenuto i loro interventi davanti a una platea sempre numerosa e attenta.

Il nuovo ciclo sarà dedicato a un anno, il 1917, dalla forte valenza periodizzante e che rappresentò nella storia del Novecento e dell'età contemporanea un momento di svolta sia nel contesto internazionale, sia nel contesto della nostra storia nazionale. Il ciclo si aprirà come detto domani (giovedì 6), alle ore 18.15 con la conferenza di Federico Romero, forse il maggiore americanista italiano, che parlerà dell' ingresso degli Stati Uniti nella Grande Guerra e dell'ascesa dell'America a grande potenza. Seguiranno poi giovedì 13 aprile la conferenza di Giovanna Cigliano dell'Università Federico II di Napoli su la rivoluzione russa nell'anno del centenario (1917-2017) e infine venerdì 28 aprile la conferenza di Andrea Frangioni sulla disfatta di Caporetto dell'Ottobre 1917 e le conseguenze sulla politica italiana. Tutti gli incontri si terranno alla Sala Maggiore del Palazzo della Signoria con inizio alle ore 18.15.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento