Ricordo, martedì la commemorazione dei martiri XX giugno

La commemorazione di quelli che sono ricordati come i "Martiri XX Giugno" si aprirà alle 19, con la formazione di un corteo al bivio Bellavista di Montecappone

JESI - Si rinnova domani (martedì 20) il ricordo dell’eccidio di Montecappone e dei sette giovani martiri caduti sotto i colpi dei nazifascisti. E l'Amministrazione comunale anche quest'anno ha voluto caratterizzare la cerimonia con una forte impronta giovanile, nel solco di un percorso volto a coinvolgere sempre più le nuove generazioni nella conoscenza dei protagonisti della Resistenza e della Liberazione, così da rafforzare, attraverso la memoria, l'impegno civile di pace, solidarietà e giustizia sociale. Ecco perché, insieme al sindaco Massimo Bacci ed al sen. Luigi Manconi, presidente della commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani che sarà il relatore ufficiale, interverrà anche Riccardo Ciampichetti, giovane studente del Liceo Scientifico che in questi mesi ha approfondito gli studi sui luoghi simbolo della Resistenza.

La commemorazione di quelli che sono ricordati come i “Martiri XX Giugno” si aprirà alle 19, con la formazione di un corteo al bivio Bellavista di Montecappone. Da qui si raggiungerà il “cippo martiri” dove, alle 19.15, si terrà la commemorazione ufficiale. Un pulmino verrà messo a disposizione gratuitamente dal Comune per accompagnare quanti vorranno partecipare. Effettuerà le seguenti fermate: 18.15 in piazza della Repubblica, 18.30 presso l'arco Clementino, 18.45 in via Roma.

Proprio in via Roma, quella sera del 20 giugno 1944 i sette giovani vennero sequestrati dai nazifascisti insieme ad un'altra ventina di coetanei, per essere poi condotti in un casolare di Montecappone, perquisiti e bastonati. Gli altri vennero liberati, mentre loro sette, considerati partigiani, furono oggetto di feroci torture e sevizie, quindi fucilati. I loro nomi sono riportati nel cippo eretto nel luogo dove caddero 73 anni fa, un mese prima che Jesi venisse liberata: Armando e Luigi Angeloni, rispettivamente di 25 e 18 anni, Francesco Cecchi e Alfredo Santinelli anch'essi di 18, Mario Saveri di 23 anni, Enzo Carboni e Calogero Grasceffo entrambi ventenni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento