Jesi, mostra i genitali a due sorelle minorenni: denunciato un 50enne

E' successo nel tardo pomeriggio di giovedì, in pieno centro storico. L'uomo, completamente ubriaco, è stato bloccato dai Carabinieri che lo hanno denunciato

JESI - Gira ubriaco in pieno centro storico e mostra le parti intime a due sorelle minorenni. E' questo quanto successo nel tardo pomeriggio di giovedì. Protagonista della vicenda un 50enne. Ad avvertire i Carabinieri è stato il padre delle due ragazzine, che ha visto l'uomo mostrare i genitali alle sue figlie. Sul posto sono intervenuti i militari che lo hanno fermato, nonostante il 50enne cercasse di inveire contro di loro. L'uomo è stato denunciato per atti osceni e resistenza a pubblico ufficiale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Contagio in aula, allarme in una scuola dell'infanzia: scatta la quarantena per i bimbi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento