Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Shampoo e taglio come se fosse nella fase-2: maxi multa al parrucchiere e al cliente

L'hair stylist aveva riaperto il negozio trascurando il divieto. La polizia locale ritira 5mila mascherine consegnate dalla Protezione civile

Il comandante Cristian Lupidi e Mauro Perugini della Protezione civile

La Fase-2 per lui era già ripartita. Ha aperto il negozio e ha cominciato a ricevere i clienti. Peccato che il lockdown non sia ancora finito: per questo è stato sanzionato un parrucchiere che esercitava la professione a Jesi, sorpreso dalla polizia locale. Multa di 400 a lui, a un cliente che si stava facendo tagliare i capelli e a una terza persona che era uscita di casa senza giustificato motivo ed è capitata nei paraggi. E’ di circa 900 euro, invece, la sanzione ad uno jesino sorpreso al volante della sua auto, sprovvista di assicurazione. Il veicolo è stato posto sotto sequestro.

Sotto l’aspetto sociale un’altra pattuglia ha provveduto a consegnare l’ultimo lotto di buoni spesa alimentari ai residenti di Jesi che avevano presentato domanda: 670 i nuclei familiari che hanno ricevuto il sostegno, per una media di 315 euro a famiglia da spendere nei supermercati e negozi accreditati e solo per generi di prima necessità. Infine, Cristian Lupidi, comandante della Polizia locale e responsabile della sala operativa del Coc, ha ritirato 5.000 mascherine chirurgiche destinate dal Comune di Jesi, consegnate da Mauro Perugini dalla Protezione Civile della Regione Marche. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Shampoo e taglio come se fosse nella fase-2: maxi multa al parrucchiere e al cliente

AnconaToday è in caricamento