Jesi: il Comune tra i finalisti del premio nazionale "Vivere a spreco zero"

Il progetto "Tavolo della solidarietà" del Comune di Jesi è tra i finalisti del premio nazionale "Vivere a spreco zero" promosso da Last Minute Market e dedicato alle buone pratiche di recupero di beni alimentari

Il progetto “Tavolo della solidarietà” del Comune di Jesi è tra i finalisti del premio nazionale “Vivere a spreco zero” promosso da Last Minute Market e dedicato alle buone pratiche di recupero di beni alimentari. La comunicazione è stata data nella giornata inaugurale di Ecomondo a Rimini, dove lo spreco alimentare è tra i temi centrali. La proclamazione dei vincitori si terrà lunedì 24 novembre a Bologna, nell’ambito della convention “Stop food waste, feed the planet”, promossa dal Ministero dell’Ambiente.
 

Jesi sarà in corsa, in questa fase finale - nella sezione Comuni - insieme a Foligno, i due enti locali selezionati da una qualificatissima giuria coordinata da Andrea Segrè, presidente del Comitato tecnico scientifico del Programma Nazionale di Prevenzione dei rifiuti del Ministero dell'Ambiente e composta dai giornalisti Antonio Cianciullo di Repubblica, Marco Fratoddi direttore de La Nuova Ecologia e dal conduttore di Radio2 Caterpillar Massimo Cirri.
Una “nomination” che dà prestigio all'iniziativa avviata a Jesi insieme a numerose associazioni di volontariato e che giunge alla vigilia dell'incontro pubblico in programma sabato prossimo a palazzo della Signoria su “Buone pratiche e solidarietà”. L'appuntamento, in programma alle ore 17, vedrà la partecipazione di Stefano Mazzetti, sindaco del Comune di Sasso Marconi (Bo) nonché Coordinatore nazionale dei Comuni aderenti alla Carta Spreco Zero e Cristina Pala, in rappresentanza della Last Minute Market. Presenti anche il sindaco Massimo Bacci, l'assessore ai servizi alla persona Marisa Campanelli e il consigliere delegato al progetto “Spreco Zero” Andrea Torri.

Sarà questa l'occasione per fare il punto della situazione di un progetto partito lo scorso anno con l'adesione della nostra Città alla Carta per una Rete di Enti Territoriali a Spreco Zero. Un percorso che ha visto l'istituzione di un Tavolo della Solidarietà composto da rappresentanti di Enti pubblici, associazioni di volontariato, aziende e supermercati del territorio con una serie di obiettivi importanti: la riduzione delle situazioni di spreco generate dall'attività dei centri di produzione pasti connessi alle mense scolastiche e aziendali, la  ridistribuzione di alimenti a famiglie in condizioni di disagio economico, la crescita, nella popolazione scolastica, della consapevolezza del valore del cibo, la sensibilizzazione delle aziende agro-alimentari ad avviare un percorso di donazione dei prodotti invenduti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento