Cronaca

Cip, cerca.inquadra.pensa: a Jesi l'inedito percorso turistico per esplorare il centro storico

Con la macchina CIP, si percorre un viaggio in 12 location del centro storico scoprendo dettagli del passato. L'idea nasce da quattro giovani creativi della Scuola Internazionale di Comics di Jesi.

Si chiama CIP, cerca.inquadra.pensa, l'inedito percorso turistico per esplorare il centro storico di Jesi ideato da un gruppo di giovani creativi della Scuola Internazionale di Comics della città. Attraverso l'utilizzo della macchina CIP, dal design analogico e realizzata a mano con cartone e legno, si percorre un viaggio in 12  location del centro storico viste come una volta.

Che cosa significa? Che la macchinetta è dotata di una pellicola che rievoca elementi del passato che oggi non ci sono più. Per ogni tappa, opportunamente segnalata da dei bolli a terra, basta far scorrere le slides e sovrapporre l'immagine al paesaggio. Ed ecco quindi che riemergono particolari storici ed emotivi che oggi non sono più visibili. La spiegazione del fatto storico a cui il contenuto è legato, si trova nel materiale cartaceo. Insomma, si scopre la città in maniera diversa da come si sarebbe conosciuta con una guida turistica tradizionale.

«La città di Jesi ha avuto una grande storia. Ci siamo informati, abbiamo contattato personaggi importanti della città che ci hanno raccontato fatti avvenuti nel '900» spiega Alessandro Dolciotti, uno degli ideatori. I protagonisti del progetto sono quattro: Alessandro Dolciotti, 22 anni, Tommaso Piogliapochi, 22 anni, Samantha Capomasi, 24 anni e il professore di progettazione e sviluppo grafico, Chris Rocchegiani.

Presso l'Ufficio del Turismo (Piazza della Repubblica) e presso l'Agenzia Jes! (Vicolo Ripanti, 5) di Jesi, è possibile ritirare il kit ovvero, la macchinetta CIP e il materiale cartaceo. E' possibile fare il tour singolarmente oppure, con un contributo di 3 euro, vengono raccontati i punti di interesse e le curiosità legate al progetto. Al momento i kit disponibili sono 15. Domenica 23 novembre, l'appuntamento con il Cip Tour è alle 16.30 dalla sede Jes! di Palazzo Santoni. La prenotazione è obbligatoria (cip@jesplease.it oppure +39 3280650173).

Il progetto nasce dall'esigenza di rivalutare il turismo e rilanciare l'immagine della città ed è destinato a visitatori ma anche agli stessi jesini. Tutto il progetto, dall'ideazione alla conclusione, è stato portato avanti dagli studenti della Scuola Internazionale di Comics che li ha impegnati per circa un anno. Hanno collaborato l'agenzia Jes!, il Fai e l'Archeoclub.  La volontà di questi ragazzi è di portare CIP, cerca.inquadra.pensa, anche fuori da Jesi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cip, cerca.inquadra.pensa: a Jesi l'inedito percorso turistico per esplorare il centro storico

AnconaToday è in caricamento