Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Jesi

«Un pezzo di lamiera è finito nel mio giardino, sono corso e ho trovato l'operaio a terra»

A parlare è Ivo Tittarelli, il residente intervenuto per primo sul luogo dell'esplosione

Ivo Tittarelli con in mano il pezzo di lamiera ritrovato nel giardino

«Dopo aver visto un pezzo di lamiera nel giardino di casa ho subito capito che era successo qualcosa di grave e sono andato nella vicina centrale, solitamente chiusa.Vedendo il cancello aperto ho pensato che ci potesse essere qualcuno ed infatti avvicinandomi ho sentito le urla di dolore dell'uomo. Io al momento dell'esplosione non ero in casa ma sono stato avvertito da un mio vicino che è venuto a chiamarmi per sincerarsi che il boato non provenisse dal mio appartamento». A parlare è Ivo Tittarelli che al momento dell'esplosione non era in casa ma quando un suo vicino di casa gli ha raccontato di aver sentito un forte boato, non ci ha pensato due volte e si è diretto verso la centrale termica, a circa 200 metri dalla sua abitazione di via Agraria. E' stato proprio all'interno della struttura che ha visto il corpo a terra dell'operaio di 50 anni, investito qualche minuto prima dalla violenta esplosione di una caldaia. Tittarelli non si è fatto prendere dal panico e dopo aver raggiunto la sua auto è corso nel vicino ospedale per chiedere aiuto.

L'ARRIVO DEI SOCCORSI - IL VIDEO 

Tittarelli racconta come quella zona fosse solitamente chiusa, con il cancello ad impedire l'ingresso ai non autorizzati: «Quando sono arrivato - continua - non ho visto le fiamme. Erano le 11,45 circa e all'interno della centrale c'era solo l'operaio a terra. A quel punto ho preso la mia auto e sono andato al pronto soccorso, con il personale che mi ha detto di chiamare il 118 e di spiegare cosa fosse successo. Al telefono mi hanno detto se ero sicuro di quanto raccontato e poi hanno fatto arrivare sul posto un'ambulanza della Croce Verde di Jesi. Qualche minuto dopo sono arrivati i vigili del fuoco e la Polizia».

L'operaio è stato poi trasportato in eliambulanza all'ospedale regionale di Torrette dove si trova attualmente ricoverato in gravissime condizioni. L'esplosione gli ha causato delle importanti ustioni sul corpo ed attualmente sta lottando tra la vita e la morte. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Un pezzo di lamiera è finito nel mio giardino, sono corso e ho trovato l'operaio a terra»

AnconaToday è in caricamento