Parte da Jesi la nuova carta d'identità elettronica

Rispetto a quest'ultima non cambieranno gli elementi obbligatori inseriti. Potranno però essere inseriti ulteriori informazioni come il consenso o il diniego a donare gli organi

Jesi si conferma ancora una volta tra i primi Comuni d'Italia ad applicare l'innovazione tecnologica nel rilascio dei documenti ai cittadini e da alcuni giorni ha iniziato a distribuire la nuova tipologia di carta d'identità elettronica che dal 1° gennaio del prossimo anno sostituirà definitivamente sia quella cartacea sia la prima versione di quella plastificata.

Rispetto a quest'ultima non cambieranno dimensioni e gli elementi obbligatori inseriti come la foto, gli estremi dell'atto di nascita, il codice fiscale e le impronte digitali. Potranno però essere inseriti ulteriori informazioni come il consenso o il diniego a donare gli organi o l'indirizzo di posta elettronica o Pec. Sarà anche più leggibile e soprattutto più sicura per evitare eventuali fraudolente duplicazioni. Costerà meno: 22 euro contro i 25,5 della precedente, con pagamento consentito anche tramite bancomat). E soprattutto - cosa che all'Ufficio Anagrafe tengono a sottolineare per evitare inutili corse dell'ultimo momento per chi deve avere documenti rinnovati ad esempio per un viaggio all'estero - non verrà più rilasciata dallo sportello comunale che acquisirà solo i dati, ma verrà fatta pervenire a domicilio direttamente dal Ministero dell'Interno. I tempi di invio sono stimati in un massimo di 6 giorni. La nuova carta d'identità elettronica avrà valenza decennale per i maggiorenni ed una durata di 3 anni per i minori di 36 mesi e 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 ed i 18 anni. Dall'Ufficio Anagrafe ricordano che fino al 31 dicembre viene fatta salva la possibilità di continuare a richiedere la carta d'identità in formato cartaceo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Le bottiglie si riciclano al supermarket: previsti sconti sulla spesa

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

Torna su
AnconaToday è in caricamento