Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Jesi: teneva la coca nascosta nell'armadio, condannato

Il giovane teneva la coca in casa - circa 15 grammi - ben avvolta in un involucro di cellophane nascosto in una scatola di riso, nell'armadio coi vestiti

È stato arrestato dai carabinieri a Jesi C. M., un operaio albanese di 28 anni, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane teneva la cocaina in casa – circa 15 grammi – ben avvolta in un involucro di cellophane nascosto in una scatola di riso, nell'armadio coi vestiti.

 L'uomo era stato già notato diverse volte nei luoghi solitamente deputati allo spaccio cittadino, ed identificato come uno dei pusher nella piazza di Jesi, come riporta Il Resto del Carlino. I militari l'hanno bloccato mentre faceva ritorno alla sua abitazione di viale del Lavoro, un appartamento di proprietà della ditta per cui lavorava, messo di solito a disposizione dei dipendenti.


Il lavoratore – e spacciatore part-time – è stato processato per direttissima e condannato a due anni di reclusione, con un'ammenda di 4mila euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jesi: teneva la coca nascosta nell'armadio, condannato

AnconaToday è in caricamento