Jesi, allarme furti: denunciate 4 persone e fermata una banda di 5 uomini

A Chiaravalle i Carabinieri hanno bloccato 5 uomini con numerosi precedenti penali e trovati con numerosissimi arnesi da scasso che, secondo gli investigatori, avrebbero usato non solo a Chiaravalle ma anche Jesi e Monsano

Allarme furti sul territorio jesino. In particolare, nel fine settimana, gli uomini del Nucleo Radiomobile agli ordini  Maresciallo Roberto Scarpone hanno denunciato 4 soggetti. I primi due sono stati scoperti mentre tentavano di aprire una machina in sosta in una zona isolata con forbici da elettricista appositamente modificate e delle chiavi contraffatte. Per cui sono stati denunciati per tentato furto in concorso e possesso di chiavi alterate. I secondi due minorenni marocchini, colti mentre armeggiavano vicino ad un ciclomotore Ape Piaggio. I militari insospettiti li hanno controllati ed hanno scoperto che proprio dal quel mezzo avevano rubato della benzina. Anche per i minori, quindi, è scattata la denuncia per furto aggravato in concorso e, dopo le operazioni di identificazione, sono stati riaccompagnati ai genitori.

A Chiaravalle, i militari della Stazione, guidati dal Maresciallo Domenico Maurelli, hanno bloccato 5 cittadini della Bosnia Erzegovina mentre erano in auto, tutti residenti in Italia, ma di fatto senza fissa dimora e tutti con numerosissimi precedenti per reati contro il patrimonio (furti in particolare). Ad uno di loro è stato prelevato un tampone salivare perché accusato di una serie di furti al Nord. Nel corso di più approfonditi accertamenti, i militari hanno scoperto nella macchina numerosissimi arnesi da scasso che, secondo gli investigatori, avrebbero poi usato per dei furti, non solo a Chiaravalle, ma verosimilmente anche a Jesi e Monsano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • I rifugi di montagna più belli delle Marche

Torna su
AnconaToday è in caricamento