Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Arrivano i primi ispettori alle revisioni delle Marche

Si tratta di figure previste nella Direttiva europea 2014/45 per le revisioni di veicoli superiori a 3,5 tonnellate, nate grazie al 1' corso organizzato sul territorio da Confartigianato e Regione

Nascono in regione i primi ispettori alla revisione, figure previste nella Direttiva europea 2014/45. A darne notizia è Luca Bocchino, responsabile Confartigianato autoriparazione Ancona-Pesaro Urbino, al termine del 1° corso della Regione Marche per responsabili tecnici delle revisioni, che vogliono accedere alla qualifica di ispettori per revisioni di veicoli superiori a 3,5 tonnellate. Il 2 dicembre prossimo è prevista la partenza della 2° edizione, in versione tutta digital.

«La nascita della figura dell’Ispettore alla revisione è un elemento di assoluta novità – ha detto Bocchino – perché questa figura è molto più qualificante rispetto all’addetto alle revisioni: nelle operazioni di controllo su auto e veicoli con massa maggiore alle 3,5 tonnellate il suo lavoro sarà sinonimo di garanzia, serietà e professionalità. Proprio per questo motivo, la formazione di accesso è completamente differente rispetto al passato». Il corso, di 50 ore e tra i più recenti autorizzati dalla Regione, è stato organizzato da Confartigianato Imprese Ancona-Pesaro Urbino e da Sinca, ente accreditato di Confartigianato specializzato in formazione, ambiente e sicurezza. Permetterà di offrire servizi migliori ai tanti trasportatori che non dovranno più attendere le sessioni autorizzate ma potranno, come nel caso di auto e moto, effettuare liberamente la revisione del mezzo. Dunque sono 14 i nuovi responsabili tecnici di officine meccaniche specializzate in Mezzi Pesanti (10 della Provincia di Ancona e 4 della Provincia di Pesaro-Urbino, già in possesso della qualifica di Responsabile Tecnico mezzi leggeri), che potranno ora accedere agli esami finali che la Motorizzazione delle Marche dovrà organizzare a breve. «Siamo stati i primi nelle Marche e tra i primi in Italia - prosegue Luca Bocchino - ad aver garantito in così poco tempo il completamento del 1° corso, confermando la capacità di Confartigianato di rispondere tempestivamente alle esigenze di molti autoriparatori sia di Ancona, sia di Pesaro che, anche a causa del Covid-19, hanno dovuto modificare le strategie aziendali implementando nuovi servizi».

«E' un gioco di squadra tra noi autoriparatori Confartigianato - aggiunge Gianluca Guidi, Presidente Confartigianato Autoriparazione Ancona-Pesaro Urbino – la Regione e la Motorizzazione. Confartigianato ci permette di fare rete e offrire agli utenti servizi sempre migliori. Un ringraziamento va anche ai formatori che Luca Bocchino, Papa e Cartesio Team per la parte tecnica». Già pronta a partire, il 2 dicembre, la seconda edizione del corso, tutta online, per cui sono arrivate molte adesioni, e che si concluderà nel mese di Gennaio 2021. Ecco intanto i nominativi delle imprese che avranno i prossimi Ispettori Mezzi Pesanti: F.lli Morichi di Ancona, Lombardi & Moroni di Ancona, Campanelli, Grilli, Moretti di Falconara, Puntogomme Contini di Falconara, Mandolini di Senigallia, Tecnorevisioni Auto e Moto di Rosora. Centro Diesel di Fano, Quadrifoglio Service di Pesaro, Francesconi di Sassoferrato, Autofficina Vigoni di Jesi, Autofficina Tecnomotor di Jesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrivano i primi ispettori alle revisioni delle Marche

AnconaToday è in caricamento