menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Marconi, era stato investito da un'auto: è morto l'operaio 39enne

Il 39enne fu soccorso dai volontari della Croce Rossa di Ancona e dal medico del 118, i quali avevano subito constatato la gravità delle sue condizioni. Alla fine è morto dopo 4 giorni di lotta tra la vita e la morte

Era stato investito mentre attraversava via Marconi per andare a prendere l’ultimo autobus e tornare così a casa dal lavoro. E’ morto Sumon Miah, 39 anni di origini bengalesi e operaio ai cantieri navali di Ancona. L’uomo è stato travolto da un’Alfa Mito blu condotta da una giovane anconetana all’altezza del palazzo della Rete Ferroviaria Italiana, 200 metri circa dopo la rotatoria che divide la stazione di Ancona da via Giordano Bruno. L’uomo fu soccorso dai volontari della Croce Rossa di Ancona e dal medico del 118, i quali avevano subito constatato la gravità delle condizioni dell’uomo, colpito fatalmente dalla parte sinistra anteriore del mezzo. Il bengalese non si è mai ripreso da quell'urto violento. E alla fine, dopo 4 giorni di agonia nel Reparto di Rianimazione dell’Ospedale Torrette, Sumon Miah è morto. 

Solo grazie alla collaborazione di alcune persone la Municipale è riuscita a risalire ad una famiglia proveniente dal Bangladesh che ospitava l'operaio in casa all'interno del proprio appartmento che si trova dalle parti del Piano. Solo allora è stato possibile mettersi in contatto con la famiglia rimasta in patria. L'uomo sarebbe sposato e padre di 2 bambini. La salma al momento si trova all'obitorio di Torrette.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento