Osimo: sulle tracce di un nuovo thriller, intervista all'attore Enzo Storico

Proprio in questi giorni si trova ad Osimo per girare il nuovo film di cui lui sarà protagonista. L'attore Enzo Storico, oltre ad essere legato affettivamente ad Osimo, l'ha anche suggerita al regista per alcune location

L'attore Enzo Storico ha scelto Osimo per girare alcune scene del suo prossimo film thriller dal titolo provvisorio “Occulto Occulta”. Si perchè in questi giorni Storico si trova proprio nella cittadina della provincia anconetana per fare le riprese dell'ultimo film in cui reciterà. Il film si ispira alla storia di un egittologo vissuto a cavallo fra il 700 e l'800. La pellicola parte proprio da lì, da quando questo studioso passava giornate a fare ricerche sulle mummie. La storia vuole che abbia pubblicato un manoscritto che avrebbe poi consegnato ad un amico mettendolo in guardia sul fatto che, se fosse caduto in mani sbagliate, si sarebbero aperte le porte dell'Aldilà. Da qui si arriva ai giorni nostri e ad Osimo, dove Storico, che veste i panni di un commissario di Polizia dovrà indagare su una serie di misteriosi delitti. Enzo storico, attore di fama nazionale, oltre ad aver lavorato in teatro con numerosi spettacoli e tournèe di lungo corso, ha anche lavorato in fiction come Carabinieri, Il Maresciallo Rocca, Il bello delle donne, Un posto al sole, I Cesaroni e Un Medico in famiglia. Lui, originario di Roma, è legato ad Osimo perchè da ragazzo ha studiato al liceo classico Federico e Muzio Campana. Oltre a tanti ricordi, è legato ad Osimo da tanti vecchie conoscenze che ha lasciato per seguire il suo lavoro. Noi di Ancona Today l'abbiamo intervistato.

Perchè proprio Osimo per girare il film?

“Osimo perché ha delle delle location che ho suggerito alla produzione e al regista perchè la conosco come le mie tasche. Ci ho studiato da ragazzo e pur terminata la scuola, il mio legame con la città non si è mai interrotto perchè io 2 o 3 volte l'anno torno sempre. Osimo nel cuore come dico sempre al sindaco”.

Quali sono questi luoghi che lei ha pensato essere perfette per il film che state girando?

La biblioteca dell'istituto Campana che è perfetta come location dei primi dell'800, nonchè le grotte che si trovano sotto il Campana che sono scavate nel tufo. La biblioteca ha opere come manoscritti e i libri antichi per cui è perfetta come ambientazione dei primi dell'800. Le grotte perchè presumibilmente sono luogo in cui l'egittologo poteva fare di nascosto i suoi esperimenti di mummificazione, tenendo presente che erano comportamenti perseguiti. Tanto è vero che la leggenda dice che, lui essendo morto nel 1836 molto giovane, potrebbe essere stato ucciso su incarico della Chiesa. Chiaramente era una cosa vietata quello che faceva e lo faceva nelle grotte”.

Lei ha detto Osimo nel cuore. Qual'è oggi il suo legame con Osimo?

“Tre anni fa ho avuto l'onore di ricevere la cittadinanza onoraria. Sono 50 anni che continuo a tornare ad Osimo proprio per affetto. Mi piace la città, mi piace il posto, mi piacciono le Marche. E poi ho un mare di amici che sono rimaste lì come compagni di scuola con cui non si è mai interrotto i legame”.

C'è ancora Osimo e la provincia di Ancona nel futuro di Enzo Storico?

“Assolutamente si perchè in questi giorni, con il regista abbiamo visto delle location qui nei dintorni per altre storie e sicuramente torneremo per girare ad Osimo e dintorni. Tra l'altro torneremo anche col teatro che è il mio grande amore. Il mio primo palcoscenico da ragazzo è stato proprio ad Osimo. Adesso stiamo allestendo una commedia brillante che porteremo senz'altro ad Osimo al teatro La Fenice”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento