“Una bottiglia per sette str…”: imprenditori fabrianesi insultati al ristorante

Al momento del conto, la brutta sorpresa, scritta nero su bianco sulla prova d'acquisto assieme alle vivande consumate. Poi le scuse del ristoratore e il costo della cena devoluto ad un'associazione benefica

Morgan Clementi

Un ristorante conosciuto di Verona, nella centralissima piazza Bra, sette clienti di Fabriano e una cena. Gli ingredienti per una serata tranquilla, all’insegna della convivialità, se non che, al momento del conto, la brutta sorpresa, scritta nero su bianco sullo scontrino, su cui figurava assieme alle vivande anche: “una bottiglia di valpolicella per sette str...”.
C’è rimasto male, anzi malissimo, Morgan Clementi, presidente del comitato fabrianese di Confindustria, nel capoluogo veneto per la per la fiera Progetto Fuoco, il 18 febbraio, assieme al padre e ad altri imprenditori e fornitori.

La sorpresa è stata tanto più amara in quanto il ristorante era già stato frequentato in passato dall’imprenditore fabrianese con soddisfazione, e anche in quella serata cibo e servizio erano stati all’altezza, né c’erano state discussioni.

Il titolare, in quel momento assente, ha poi chiamato Clementi il giorno successivo, per porgere le sue più sentite scuse e chiedere di poter offrire quella sfortunata cena. L’imprenditore fabrianese non ha ritenuto necessario essere risarcito, e si è accordato con il ristoratore affinché il costo del pasto – più di 200 euro – fosse devoluto ad un’associazione di beneficenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento