Cronaca

Insulti e minacce alla Boldrini che denuncia tutti: c'è anche un anconetano

La Boldrini ha proceduto a querelare tutti coloro che si rivolgevano a lei con minacce o gravi insulti. E tra loro c’è anche un anconetano che, di recente, ha ricevuto l'avviso di garanzia

Circa un anno fa l’allora Presidente della Camera Laura Boldrini lo annunciò tramite social: “Adesso basta. Il tenore di certi commenti ha superato il limite consentito. Ho deciso che d’ora in avanti farò valere i miei diritti nelle sedi opportune…”. 

E così è stato perché, dall’agosto 2017, la Boldrini ha proceduto a querelare tutti coloro si rivolgevano a lei con minacce o gravi insulti. E tra loro c’è anche un artigiano 41enne di Castelfidardo che, lo scorso novembre, ha inviato 2 e-mail a 2 diversi indirizzi istituzionali dell’allora terza carica dello Stato. Cosa c’era scritto? Protestando contro le politiche migratorie del Governo, “augurava” alla Boldrini di essere vittima di efferate violenze da parte “dei neri che fai entrare in Italia”. E’ così scattata la querela e l’inchiesta da parte della Procura di Roma a carico dell’anconetano per minacce e diffamazione aggravata. A luglio scorso è arrivato l’avviso di garanzia a casa dell’artigiano che, difeso dall’avvocato Francesco Nucera, è stato ascoltato dagli agenti della Polizia Postale, di fronte ai quali si è avvalso della facoltà di non rispondere. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti e minacce alla Boldrini che denuncia tutti: c'è anche un anconetano

AnconaToday è in caricamento